La distanza si fa sentire, inutile negarlo. E’ tutto più lungo e complicato. I tempi sono amplificati e manca quel contatto umano e quella vicinanza fisica che ci piace tanto.
Però in questo momento non c’è altra scelta, bisogna avere pazienza e continuare a coltivare i rapporti, andando comunque avanti nell’apprendimento, che in questo momento ha forse un valore ancora maggiore: serve per avere qualcosa di bello da fare a casa. Non solo “da fare”, ma di “bello e prezioso da fare”.

E dunque i corsi vanno avanti, sia per quanto riguarda l’insegnamento del lavoro a maglia – molte delle partecipanti erano eccitate dall’arrivo dei nuovi gomitoli di lana sui quali iniziare a lavorare – che sull’aspetto di racconto biografico e sentimentale. Le parole su cui abbiamo lavorato questa settimana sono state TRE: Paura, Fiducia e Coraggio.

Resistiamo e continuiamo a costruire ponti alternativi,

Saverio Tommasi
presidente di SHEEP

Aiutateci a moltiplicare i nostri progetti: www.sheepitalia.it